Pasta cresciuta

03.04.2013 09:19

" 'A pasta crisciuta "
Così viene chiamata a Napoli questo impasto di farina, acqua, sale e lievito di birra
"Zeppole 'e pasta crisciuta" sono quelle palline fritte che una volta si trovavano agli angoli di tutte le strade napoletane , " 'o frittaiuolo" "frieva" = friggeva per strada ed i passanti le compravano mangiandole all'istante, spesso, in quei tempi poveri, era l'unico pranzo che si faceva durante l'intera giornata.

ecco una foto antica , fine 1880 inizio 1900, di un " Venditore di zeppole", presa da http://www.napoletanita.it/

Sulla sinistra, appena appena si intravede il "’ o frittaiuolo" , tra lui e le persone sedute sulle sedie, sulla destra della foto, si intravede l'attrezzo con cui friggeva, una specie di padella larga e profonda. che aveva dentro una cosa simile ad uno scolapasta, fatto ad imbuto , ma che aveva i buchi solo sotto.

Ma torniamo a noi.

Io preparo queste zeppole poche volte all’anno,  ma a natale sono d’obbligo nella mia tradizione familiare e sono farcite, prima di friggere, con una alice salata o un po’ di cavolfiore lesso o un poco di baccalà fritto.
Comunque la ricetta è molto semplice: leggete qui.